Il Piccione
Posted in Love

Il Piccione

Non era la mia prima crisi matrimoniale. Nessuna crisi matrimoniale seria è mai la prima. Si smette di crederci poco alla volta, restando prima sull’uscio a guardare fuori da una fessura e cercando di prendere il coraggio in mano e agire.

Io sono rimasta su quell’uscio per tanto tempo, ma poi, vedendo che in giro c’erano tante donne single deluse e schifate dagli uomini e prendendo atto di quanto poco le persone fossero predisposte a “dare”, sono sempre tornata sui miei passi.

Forse, ho pensato più di una volta, il mio matrimonio non era così terribile, anzi, semmai ero io che volevo troppo e che facevo i capricci. (Sempre pronte a darci la colpa, noi donne…)

Poi un giorno di tanti anni fa, lessi un articolo su Vanity Fair, un’intervista a Rosa Fanti, la moglie dello chef Cracco, in cui raccontava della loro prima uscita e di quando lui le aveva portato la spesa dichiarando che lei non avrebbe mai più dovuto occuparsi del cibo. Così le aveva cucinato il piccione.

Fu un’illuminazione, tanto da trasformare l’ideale “Mr. Right” in una figura mitologica soprannominata il “Piccione” e citata persino nei discorsi con il mio cervello e le mie amiche più intime. Mi convinsi che non mi sarei mai più mossa e mi sarei fatta bastare quello che avevo a meno di non incontrare quell’uomo, quello che ti dice che baderà a te, quello così speciale da valere ogni pena, che non si accontenta di quattro moine, ma ti stupisce con attenzioni in technicolor.

Purtroppo, mi ero anche convinta che il “Piccione” non esistesse, o almeno che non fosse un articolo per le donne come me che sprizzano forza e autonomia da ogni poro.

Poi ho conosciuto Marco e dal primo sorriso nel mio cuore si è aperta una speranza. Lo conoscevo da una settimana quando mi ha detto di aver comprato il mio libro, di averlo letto e di avere delle osservazioni da farmi. Non sono mai più riuscita a smettere di sentire le sue osservazioni e tutto quello che aveva da dirmi (e questo mi pareva un effetto abbastanza speciale), però mancava qualcosa per soddisfare le mie fantasie.

Una volta, e mi viene rinfacciato ancora oggi, gli ho anche detto che non poteva essere lui il Piccione perché il mio piccione non avrebbe dovuto continuare a volar via.

Grazie al cielo quel giorno avevo torto! Non su tutto, però, perché in effetti il vero Piccione non scappa e qui in foto potete vederne ben due esemplari.

[Mauri @Dis-ordinary Family]

Start typing and press Enter to search

Il mio carrello

Spedizione gratis oltre 70€ di spesa! Ignora